Edizioni Pgreco

Switch to desktop Register Login

Data di pubblicazione: 2011
Pagine: 617
Formato: 14 x 21 cm
ISBN: 978-88-9556-333-6
Prezzo di vendita: 36,10 €
Sconto: -1,90 €
Sconto: -1,90 €

Prezzo:

38,00 €
Prezzo di vendita: 36,10 €
(-5%)

Gaston Bouthoul

Sociologia delle guerre. Trattato di polemologia

L’opera di Gaston Bouthoul è un tentativo scientifico d’analisi e studio dei problemi legati ai conflitti bellici, capace di analizzare e “pensare” la guerra senza per questo demonizzarla. Il sociologo, cercando di enucleare le leggi dinamiche del fenomeno, ne prende in esame gli aspetti costitutivi, sia essi psicologici che morfologici. Ne scaturisce la designazione dell’evento bellico come vero e proprio “fatto sociale totale”, capace di condensare in sé aspetti biologici e culturali e che diventa espressione della società come insieme di forze e non solo, com’è opinione più comune, del potere decisionale della cricca politica. Sociologia delle guerre è ancora uno dei testi fondamentali per comprendere la struttura dei conflitti e uno degli strumenti di lavoro in uso nelle accademie militari di tutto il mondo.

Gaston Bouthoul (1896-1980) è stato il fondatore e promotore di una nuova disciplina che ha proposto lo studio scientifico della guerra. Dopo la seconda guerra mondiale ha avviato questo progetto di base, con Louise Weiss, fondando l’Istituto francese per gli studi sulla guerra.