Edizioni Pgreco

Switch to desktop Register Login

Formato: 14 x 21 cm
Pagine: 500
Data di pubblicazione: 2016
ISBN: 978-88-6802-157-3
Prezzo di vendita: 23,80 €
Sconto: -4,20 €
Sconto: -4,20 €

Prezzo:

28,00 €
Prezzo di vendita: 23,80 €
(-15%)

Michail Kol’cov

Diario della guerra di Spagna

 

Pubblicato per la prima volta nel 1938, il Diario della Guerra di Spagna testimonia l’esperienza di inviato del giornalista Michail Kol’cov in occasione del conflitto civile spagnolo. Kol’cov non era un reporter qualsiasi: in molti lo considerarono l’uomo di Stalin a Madrid, il filo diretto del Cremlino con gli ambienti anti-nazionalisti. Perfino Hemingway, lo scrittore che meglio ha saputo raccontare gli eventi occorsi in terra di Spagna, ha tratto ispirazione dal giornalista sovietico per il personaggio di Karkov nel romanzo Per chi suona la campana. Qui però è la voce di Kol’cov a offrire una testimonianza diretta di una pagina drammatica della storia del Novecento, che prende forma attraverso dialoghi, interviste e giudizi espressi nei confronti delle figure politiche, militari e culturali più importanti della guerra civile, in un volume che unisce la qualità letteraria del più apprezzato giornalista sovietico alla passione che animò gli intellettuali internazionali.

Michail Efimovic Kol’cov (1898-1940), figura di spicco della cultura sovietica, è stato il più celebre corrispondente dell’URSS della sua epoca e il primo a raggiungere la Spagna dopo lo scoppio della guerra civile, come corrispondente della “Pravda”. Iscritto al Partito Comunista, è entrato nell’Armata Rossa e ha partecipato alla Rivoluzione d’Ottobre. Intrapresa la carriera giornalistica, nel 1923 ha ripubblicato la popolare rivista “Ogonëk” e fondato importanti giornali come “Za rubezon”, “Za rulë” e “Cudak”. Arrestato nel 1939 è stato fucilato nel 1940. Le cause della sua scomparsa sono ancora oggi ignote.