Edizioni Pgreco

Switch to desktop Register Login

Formato: 14x21
Pagine: 698
Data di pubblicazione: 2017
ISBN: 978-88-6802-203-7
Prezzo di vendita: 26,60 €
Sconto: -1,40 €
Sconto: -1,40 €

Prezzo:

28,00 €
Prezzo di vendita: 26,60 €
(-5%)

Il Monte Rosa è sceso a Milano

Questa è la Bibbia della Resistenza della Valsesia, scritta a quattro mani da Pietro Secchia e Cino Moscatelli, che hanno condiviso un destino fatto di sofferenze, reclusioni, condanne al confino e umiliazioni. Un libro ricco, strabordante di informazioni, nomi e ricordi, messo nero su bianco quando ancora la storia era una cosa viva, quando si aveva ancora voglia di narrare e ascoltare storie partigiane. Un libro che ondeggia tra passi più spiccatamente teorico-politici, a opera di Pietro Secchia, e altri più squisitamente narrativi, frutto dell’opera di Moscatelli. Un racconto preciso e quasi “tangibile”, senza rimandi enfatici o idealizzanti, che restituisce una storia vissuta, portata a chi non ne ha fatto esperienza.

Pietro Secchia (1903-1973) ha fatto parte del Comando generale delle Brigate d’Assalto Garibaldi, insieme a Luigi Longo. Dopo la guerra è stato ai vertici del partito, ricoprendo la carica di vicesegretario del PCI dal 1948 al 1955. È ricordato, tra l’altro, per essere stato uno della linea dura e rivoluzionaria.

Cino Moscatelli (1908-1981), celebre comandante partigiano delle brigate Garibaldi della Valsesia. È entrato nel Partito comunista nel 1925, assumendo una posizione politica che lo ha condotto all’espatrio a Basilea, Berlino, Mosca e infine Parigi. È stato sindaco di Novara, sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri per l’assistenza ai reduci e ai partigiani, durante il terzo governo De Gasperi, per poi entrare in Senato.