Edizioni Pgreco

Switch to desktop Register Login

Formato: 14x21
Pagine: 384
Data di pubblicazione: 2019
ISBN: 9788868022723
Prezzo di vendita: 24,70 €
Sconto: -1,30 €
Sconto: -1,30 €

Prezzo:

26,00 €
Prezzo di vendita: 24,70 €
(-5%)

Tre anni a Mosca. Un ambasciatore U.S.A nell'U.R.S.S. 1946-49

Questo è un libro per chiunque voglia sapere come sia iniziata la Guerra fredda e lo voglia scoprire ascoltando chi l’ha vissuta in prima persona. Si tratta del primo resoconto completo di un ambasciatore americano a Mosca, Walter Bedell Smith, che prestò servizio dal marzo 1946 al marzo 1949. Un racconto semplice e diretto di ciò che vide e fece il generale nella capitale mondiale del comunismo e che offre uno sguardo interessante e approfondito sull’ambasciata americana in U.R.S.S. nei primi tre anni della Guerra fredda.

 

Walter Bedell Smith (1895-1961), generale statunitense. Durante la Seconda guerra mondiale fu il direttore amministrativo delle operazioni militari alleate in Europa, guadagnando per la sua tenacia il soprannome di “bulldog”, attribuitogli da Churchill, e la stima incondizionata di Eisenhower, che lo definì “il migliore capo di Stato maggiore che un comandante in capo abbia mai avuto”. Fu tra i principali organizzatori dello sbarco in Normandia nel giugno 1944. Nel dopoguerra sostituì William Averell Harriman quale ambasciatore statunitense a Mosca, dove rimase fino al 1948. Quando Eisenhower divenne presidente degli Stati Uniti, assunse la carica di sottosegretario di Stato, dopo essere stato per un breve periodo a capo della CIA.